Calabrese di prima formazione e pavese di adozione, Tito Truglia ha alle spalle diversi anni di attivismo poetico ed è da sempre organizzatore di eventi culturali e sociali “dal basso”. A partire dalla metà degli anni ’90 ha prodotto una serie di iniziative di micro-editoria poetica e di attività collettive di ricerca letteraria. Ha collaborato a numerosi reading e ad alcune pubblicazioni antologiche. Ha (anche) partecipato ad alcuni concorsi letterari ricevendo (saltuari) attestati di merito… Ha inoltre pubblicato alcuni lavori in edizioni autoprodotte (in particolare la raccolta in dialetto calabrese Diavuli e Santi in collaborazione con Crocetti editore). Convinto che l’arte debba avere una traduzione non meramente individuale, si è sempre impegnato nella creazione di iniziative e situazioni sociali incentrate sulla pluralità dell’arte, della poesia e delle idee. Il suo esordio giunge nel 2008 con il volumetto Assalti poetici. poesie d’amore e di contestazione (O.M.P. FarePoesia edizioni) e la plaquette Canti Jonici. Poesie a Villafiorita.