Pino de March, nato nel 1949 in un picccolo paese (Godega di S.U., pr.Tv) del nord-est vicino Sacile
gli studi secondari: medie e le superiori a Sacile
laureato a Bologna nella Facoltà di Scienze Politiche e Sociali
docente di Psicologia della Comunicazione in Scuola Superiore -Arti grafiche e pubblicitarie-Moda di Bologna

Esperienze artistiche-poetiche-comunicative:

1976-77:
redattore e conduttore a Radio Alice di Bologna (radio sovversiva di linguaggi e di società alienate)
conduttore di una trasmissione settimanale serale-notturna: la nave dei folli -con un gruppo di pazienti dell’Ospedale Pschiatrico di Imola-Bologna;
socio-psico-analista volontario in una comunità aperta di ex pazienti psichiatrici.

redattore della rivista A/traverso -su pratiche e sovversione della comunicazione alienata sociale.
partecipo all’esperienza di ri-socializzazione di pazienti psichiatrici e alla chiusura di uno degli Ospedali Psichaitrici di Imola (BO)

1977-78:
trasferito a Parigi a causa di chiusura con irruzione violenta della polizia ed arresto di parte della redazione di Radio Alice;
a Parigi ho partecipato all’associazione -Nouvaux Espaces de libertè associazioni di intellettuali francesi ed europei contro la repressione a Bologna ed in Italia Associazione promossa dai filosofi Deleuze e Focault e dallo Psicoanalista Felix Guattari

1980-90:
Bologna: attivista nelle diverse assemblee studentesche, sociali e cittadine come attivista poetico (analista e critico dei linguaggi dominati e creatore di linguaggi, testi e di pratiche della liberazione sociale) nell’ala creativa e trasversale del Movimento cittadino.

1990-2000:
costituisco diversi gruppi di ricerca sociale in città con relativi seminari di studio presso emergenti Centri sociali: l’Isola nel Cantiere (area pacifista-punk-vegana) livello 57(area disobbediente)
seminari su: fordismo/post-fordismo; Migrazioni e razzismo e xenofobia; reddito di
cittadianza lavori disparati e precariato;
telefono viola: spazio di accoglienza di persone con disagio e sofferenza mentale;
partecipa alla redazione di diverse fanzine: pukanimazione, rete sud, arti-e-mestieri.

2000 -2010:
sono parte dell’assemblea centro sociale xm 24
ho partecipato alla costituzione di laboratorio transpoetico -in-quie-tempeste-poetiche di cui ero accordatore poetico
ho promosso la lettura attiva e la conoscenzadi testi di poeti e di poete viventi e scomparse
ho promosso l’attivazione di spazi di lettura di testi poetici propri degli autori e autrici
ho promosso interazione tra testi poetici ed altre forme artistiche musica, prosa, arte, pittura, video.

sono parte della readazione di una rivista Versitudine ove si intrecciano linguaggi grafici, poetici, artistici, musicali e politici.

sono parte dell’attività di autoproduzione -versitudine- per pubblicazione di testi di poeti e peote emergenti bolognesi, italiani e stranieri.
i miei testi poetici sono presenti in diverse antologie cittadine ed europee.

2003-2005:
con il laboratorio transpoetico -in-quie-tempeste-poetiche abbiamo iniziato attività e organizzato azioni poetiche in città contro la guerra in Irak;
tali attività di dissenso alla guerra venivano condotte in tutta Italia ed in Europa con altri artisti con il gruppo -artisti contro le guerre di Trieste-Bologna-Roma-Francoforte

ho pubblicato con autoproduzione versitudine: danze venusiane in martevera
ho pubblicato con autoproduzione versitudine: per europa minore
ho pubblicato con autoproduzione versitudine: vagabondi frammenti poetici

2006-9:
ho promosso con Kanzian ed Ugolini camminate poetiche sul sentiero di Rilke a Duino contro le guerre esterne (Irak, Kossovo e Afganistan) e contro le guerre interne contro migranti, lesbiche ed omosessuali (in particolare abbiamo dato voce
ai migranti rinchiusi nei vari CPT e ora CIE -centri di identificazione ed espulsione- ho organizzato diversi consigli poetici metropolitani a tematiche sociali, esistenziali, sessuali, filosofiche nella città di Bologna:
precarietà e poesia
crisi e poesia
migranti e poesia
omosessualità e glbit e poesia
guerra pace e poesia
donne e poesia
laicità e poesia
resistenza e poesia

2009:
ho pubblicato con autoproduzione: sul sentiero di Rilke che raccoglie le esperienze della camminata poetica contro le guerre ma anche gli atti poetici dei poeti e delle poete che hanno partecipato all’evento- e le mie elegie triestine annesse al testo.

2003-2010:
mi occupo della redazione on line di Versitudine.splinder.com ove sono stati trattati temi poetici, politici, esistenziali e filosofici tra le altre passioni oltre che la poesia mi interesso di filosofia sociale ed esistenziale in particolare nella Scuola di Strada PPPasolini di cui sono fondatore e che promuove in diversi tempi e spazi della città
i Consigli poetici metropolitani a tematica predefiita.
collaboro con la rivista farepoesia di Pavia.

Annunci