Flavio Davanzo – trumpet, Giuliano Tull – sax, Simone Serafini – bass, Luca
Colussi – drums.
“Ics” quartet si ispira al background musicale del XX secolo.
L’assenza di strumenti armonici sottolinea la libertà espressiva del gruppo. Attraverso una particolare attenzione alla scrittura, all’arragiamento e alla sperimentazione il quartetto evidenzia nelle sue performance due dei più importanti elementi del jazz: l’estemporaneità dell’improvvisazione e la ricerca di un suono personale.