– Sin dalla nascita sperimenta la dimensione ‘viva’ della musica popolare: la nonna materna, Piera
Rossetti, di professione mondina era abile e stimata cantante popolare, il nonno, autodidatta, era
musicista popolare di professione, valente chitarrista, famoso nella provincia per le sorprendenti e
velocissime trasposizioni di mazurca per chitarra sola.
– Dal 1987 al 1994 risiede a Berlino ove collabora con il gruppo Lieder Werkstatt alle ricerche sui
canti popolari italiani. Partecipa alla pubblicazione del volume ‘Kampflieder der Italienische
Arbeiterklasse’ di cui compila la sezione sui canti delle mondine. E’ voce principale del gruppo in
vari concerti e rappresentazioni.
– Nel 1996 si trasferisce a Benares, in India, ove diventa discepola di Pandit Chittaranjan Jyotishi,
valente cantante di khyal del Gwalior gharana, discepolo di Pt. Omkarnath Thakur, Pt. Balwant Rai
Batt e Dhrupadia Pt. Shiv Prasad Tripathi e direttore della facoltà di Performing Arts della Benares
Hindu University. Su consiglio del Maestro, si iscrive al Corso di Canto della facoltà ove si diploma
col massimo dei voti nel 2002. Sperimenta così entrambi i metodi di istruzione musicale indiana:
istruzione scolastica e insegnamento tradizionale tra guru e discepolo (guru-shish parampara).
– Ritornata in Italia si è laureata in Hindi e Sanscrito. Collabora con la Prof.ssa Cecilia Cossio
dell’Università di Venezia nella compilazione dei contenuti sulla musica indiana del sito
‘Asiamedia’ dell’Università Ca’ Foscari.
– Ha tenuto negli ultimi due anni vari concerti a Trieste e in Lombardia soprattutto rivolti alla
comunità indiana ivi residente.