You are currently browsing the category archive for the ‘presentazioni’ category.

ohpopa2012Programma della quinta edizione della rassegna ‘Oh Poetico Parco…’, prevista per venerdì 1, sabato 2 e domenica 3 giugno 2012, presso il Teatrino Franco e Franca Basaglia (via Weiss, 13 | e6)

VENERDÌ 1 GIUGNO
18.30
Scipio. Il Carso. Cent’anni…
modera: Walter Chiereghin (TSArteCultura)
introduce: Maria Teresa Bassa Poropat (ProvinciaTS)
intervengono: Fulvio Senardi (critico) | Gianfranco Franchi (lankelot.eu) | Simone Volpato (SVSB) | Mario Djerrahian Sillani (fotografo) | Claudio Grisancich (poeta)

20.30
Naš Kras / Il nostro Carso (I)
performance lettura/ascolto tra suoni e passi antologici. con:
Diana Hobel, il Carso
Julija Berdon, Kras
Baby Gelido, paesaggi sonori

21.00
Andrejka Možina Quintet in Zarja (ZTT/EST / CatSoundRecords, 2011)
Andrejka Možina, canto e violoncello | Sebastiano Frattini, violino | Nicola Privato, chitarra | Rosa Brunello, contrabasso | Igor Checchini, batteria

SABATO 2 GIUGNO
18.30
Ciril Zlobec presenta Lontane vicinanze. Amicizie italiane di un poeta sloveno (ZTT/EST, 2012).
in dialogo con Miran Košuta (UNITS)

19.30
KRASni verzi / Fantastico poetare
Miroslav Košuta
Ace Mermolja
David Bandelj
Marcello Potocco
Igor Pison

20.30
Alojz Rebula presenta La vigna dell’imperatrice romana (Mladika, 2011).
in dialogo con Roberto Dedenaro. letture di Vesna Cunja e Nadia Roncelli

21.30
Fabio Sfregola + Claudio Cojaniz Trio
Claudio Cojaniz, pianoforte | Franco Feruglio, contrabbasso | Luca Colussi, batteria | Fabio Sfregola, tromba

DOMENICA 3 GIUGNO
18.30
Naš Kras / Il nostro Carso (II)
con: Diana Hobel, il Carso | Julija Berdon, Kras | Baby Gelido, paesaggi sonori

20.00
DRAMA SLAM
1st Trieste International Drama Slam
emcee: Matteo Danieli, Christian Sinicco
musica: Alef Band (Samuele Orlando, clarinetto | Giorgio Giacobbi, sax | Marco Bolzelli, chitarra | Saverio Gaglianese, basso | Federico Gullo, batteria)
scenografia: Luca Gabrielli & Alessandro Vit

21.30
Maxmaber Orkestar / Klezmer Balkan
Max Jurcev, fisarmonica e voce | Alberto Guzzi, sax e voce | Aleksandar Altarac, chitarre, baglama, voce | Paolo Bernetti, tromba | Fabio Bandera, basso | Luca Carboni, batteria

Di seguito i dettagli del programma


Annunci
Oh Poetico Parco... 2012 | illustrazione: Zlivio

Oh Poetico Parco... 2012 | illustrazione: Zlivio

PETEK 1., SOBOTA 2. IN NEDELJA 3.
VENERDÌ 1, SABATO 2 E DOMENICA 3
JUNIJA 2012
GIUGNO 2012
OD 18.30 DALJE
DALLE ORE 18.30

GLEDALIŠČE FRANCO E FRANCA BASAGLIA
TEATRINO FRANCO E FRANCA BASAGLIA
ULICA WEISS 13
VIA WEISS 13
PARK SV. IVANA
PARCO SAN GIOVANNI
TRST
TRIESTE

organizzato da / organizira:
Associazione Culturale NadirPro

in collaborazione con / sodelujejo:
Provincia di Trieste / Pokrajina Trst | Zveza slovenskih kulturnih društev / Unione dei Circoli Culturali Sloveni | Slovenski Klub | Tržaška Knjigarna / Libreria Triestina | Založništvo Tržaškega Tiska / Editoriale Stampa Triestina | Mladika | Associazione Trieste Artecultura | Trieste International Slam | Cooperativa Il Posto delle Fragole | Cooperativa La Collina | Cooperativa CLU

con il contributo di / prispeva:
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Servizio volontariato, assocazionismo, rapporti con i migranti e politiche giovanili

con il patrocinio di / podpira:
Comune di Trieste

trieste drama slam

trieste drama slam


1st TRIESTE INTERNATIONAL DRAMA SLAM
Trieste, 3 giugno, Teatro Basaglia, ore 20.30

è il format di un concorso letterario per drammaturghi e per coloro che vogliono diventarlo.

Il primo drama slam si è tenuto il 12 novembre 2007 all’Ensembletheater di Vienna.
Drama Slam vengono rappresentati a San Pietroburgo e Berlino.
Trieste è la prima città italiana a far parte del circuito internazionale www.dramaslam.eu.
Il primo drama slam italiano nasce sul Carso.

Il format prende spunto dal Poetry Slam, esteso all’arte drammatica e all’improvvisazione.
L’Associazione Nadir Pro, in collaborazione con Trieste International Slam, format originato dal gruppo di poeti Gli Ammutinati, organizza la prima edizione italiana.
Il primo drama slam italiano si terrà domenica 3 giugno a Trieste, ed è parte integrante della rassegna Oh Poetico Parco…, giunta alla quinta edizione. Si vuole rinnovare il tradizionale obiettivo aperto all’esplorazione del concetto di ‘poesia’ nelle sue accezioni contemporanee, attraverso il coinvolgimento di tutte le modalità artistiche, per offrire un’esperienza di condivisione nella suggestiva cornice del Parco di San Giovanni.
Gli appuntamenti di Oh Poetico Parco… avranno luogo il primo weekend di giugno (venerdì 1, sabato 2 e domenica 3) presso il Teatrino ‘Franco e Franca Basaglia’ (via Weiss 13, Parco di San Giovanni, Trieste). La novità della rassegna è rappresentata dal tema: in concomitanza con il centenario dalla pubblicazione de “Il mio Carso” di Scipio Slataper, l’Associazione Nadir Pro ha in fase di realizzazione un progetto che comprende la pubblicazione di un libro d’arte con commenti fotografici ad una selezione del testo slataperiano e l’organizzazione e l’allestimento di un evento espositivo ad esso collegato, declinando così le espressioni di una terra, il Carso, il nostro Carso, nella poesia.
La rassegna è a libero accesso e si rivolge a tutti coloro che intendono avvalersi dell’occasione di trascorrere alcune ore meravigliose nelle miti notti del parco.

Di seguito il bando dello slam (italiano)call for drama slam (english).

oh poetico carso | fotografia: gianni palcich

oh poetico carso | fotografia: gianni palcich


Giunta alla sua quinta edizione, la rassegna intitolata Oh Poetico Parco… rinnova il tradizionale obiettivo aperto all’esplorazione e alla reintrerpretazione del concetto di poesia, nella sua accezione più estesa, convogliando tutte le modalità di espressione artistica, nell’intento di offrire un’esperienza di condivisione nella suggestiva cornice del Parco di San Giovanni.

Gli appuntamenti, denominati tradizionalmente ”sessioni”, svolte in precedenza con cadenza mensile nel corso del periodo primaverile ed estivo (per un totale di 25 sessioni in 4 edizioni), si snoderanno in un’unica soluzione lungo l’arco del primo weekend di giugno (venerdì 1, sabato 2 e domenica 3) presso il Teatrino ‘Franco e Franca Basaglia’ (via Weiss 13, Parco di San Giovanni, Trieste).

Altra novità della rassegna è rappresentata dal fatto che le tre sessioni si agglomereranno attorno ad un unico tema: il Carso. In concomitanza con l’anniversario dei cent’anni dalla pubblicazione di “Il mio Carso” di Scipio Slataper (per il quale l’Associazione Culturale NadirPro ha in fase di realizzazione un progetto che comprende la pubblicazione di un libro d’arte con commenti fotografici ad una selezione del testo slataperiano e l’organizzazione e l’allestimento di un evento espositivo ad esso collegato) si è voluta cogliere l’occasione per declinare nelle sue molteplici espressioni una terra e la sua poesia. In tre occasioni si svilupperà il tema attraverso un percorso multidisciplinare che coinvolge la poesia, l’arte, la musica, i suoni, i sapori e le visioni del Carso.

Come sempre la rassegna è a libero accesso e si rivolge a tutti coloro che intendono avvalersi dell’occasione di trascorrere alcune ore serene nelle miti notti del parco…

Letošnja, peta izvedba prireditve Oh Poetico Parco…, ki poteka v Parku pri Sv. Ivanu, potrjuje svoj tradicionalni cilj odkrivanja in reinterpretiranja pojma poezije v različnih oblikah umetniškega ustvarjanja.
Osrednja tema letošnje tridnevne prireditve je Kras. Stoletnica izida knjige Scipia Slataperja
»Il mio Carso« (Moj Kras) bo priložnost za ovrednotenje kraškega področja in njegove edinstvene podobe: in sicer v poeziji, umetnosti, glasbi, z zvoki, okusi in fotografijami Krasa.
Kulturno društvo Nadir Pro s podporo Tržaške pokrajine ima med drugim v načrtu izdajo umetniške monografije s fotografijami na Slataperjevo besediluo in odprtje razstave na to temo.

ohpopa2011invito
Programma della sessione quinta di ‘Oh Poetico Parco… 2011′, prevista per venerdì 9 settembre, presso lo Spazio Villas e dintorni (via de Pastrovich, 5 | d6/d7)

Alle 20.30
…oči tvoje bile bi mu nebo | i tuoi occhi sarebbero il suo cielo… (da un verso di Mirko Slade-Šilovic)

introduce il Presidente della Comunità croata di Trieste, Damir Murkovic

TROGIR JE POEZIJA
Incontro con Radovan Slade-Šilović e Vladimir Bisiak, curatori del libro di Mirko Slade-Šilovic.

Mirko Slade-Šilović (1916 – 1992) è un poeta croato. Poeta, giornalista, professore di matematica e fisica. Le sue poesie erano per lo più relative a Trogir, altre sono legate al sacro. Trogir era la città della sua ispirazione. I suoi testi sono stati recentemente tradotti in italiano.

A seguire, letture dei poeti: Irena Delonga, Marijana Sutic Pavlicevich, Velvet Afri (& Cristiano Pellizzaro)

IRENA DELONGA (1984) è un poeta di Sinj. Ha studiato croato e lingua e letteratura inglese, ed è stata redattrice della rivista “The Split Mind”. Nel 2010 ha pubblicato un volume di poesia “Riječi kupuju zločine koje Ces počiniti” ed è stata premiata con il “Goran”, premio per giovani poeti. Vive a Spalato, dove organizza eventi letterari.

MARIJANA SUTIC PAVLICEVICH, nata nel 1977 a Šibenik in Croazia, risiede a Trieste. È laureanda in lingua e letteratura croata e italiana presso la Facoltà di filosofia di Zagabria. La sua poesia è stata pubblicata nei diversi giornali letterari croati (Quorum, Vijenac, Forum, Fokus) e la raccolta di poesie Gdje počinje sjena koju povlačis za sobom (Dove inizia l’ombra che trascini con te) è stata segnalata nei concorsi per giovani poeti Zdravko Pucak 2003 (Matica Hrvatska Karlovac) e Goranovo proljeće 2004 in Croazia. Ha partecipato a diverse letture di poesie in Croazia, Bosnia ed Erzegovina e in Italia (Art Net Club Zagreb, Knjižnica Bogdan Ogrizović Zagreb, Književni susreti Gradačac Bosnia Erzegovina, Teatro Prešeren San Dorligo della Valle). È inserita nell’ antologia letteraria Zagrijavanje do 27° (Knjižnica Bogdan Ogrizović, 2005) e nell’antologia audio-visiva dei giovani poeti croati trasmessa nel programma Dobro jutro Hrvatska! della tv nazionale (HRT1). Traduce dal croato in italiano e viceversa – sua la traduzione di Elisa Biagini.

VELVET AFRI è nata nel 1973 a Trieste. Nel 1998 ha pubblicato Currenti Calamo. E’ una performance vivente. Nota di Gianmario Lucini su Poiein. CRISTIANO PELLIZZARO (percussioni/effettistica) si è affinato nello studio della musica tradizionale afro, ha continuato il suo percorso attraverso la musica popolare assieme agli ensemble “Voci del vento” e “Madre Terra” per poi continuare il suo percorso in maniera totalmente diversa assieme ad altre formazioni di ispirazione rock e sperimentale. Appassionato di musica in generale, nutre una certa curiosità verso tutto quello che si riesce a suonare e ha un debole per le percussioni e la musica d’ambientazione. Le sue performance sono spartane ma non per questo prive di effetto.

A conclusione, intorno alle 22.00, TRIBICERIDI in concert

I Tribiceridi sono Irene Brigitte (voce, chitarra, melodica, percussioni,kazoo e altre robe); Matteo Zecca (chitarra, voce, kazoo); Paolo Bonivento (basso acustico, voce) e Alessandro Perosa (percussioni, chitarra, voce).
Il loro repertorio è composto da cover pescate nel calderone della musica contemporanea (dallo ska al folk, dal rock al pop), piu qualche brano originale.

ohpopa2011invito
Programma della sessione quarta di ‘Oh Poetico Parco… 2011′, prevista per venerdì 5 agosto, tra lo Spazio Rosa (via Bottacin, 4 | c7) e lo Spazio Villas e dintorni (via de Pastrovich, 5 | d6/d7)

Alle 20.00, presso lo Spazio Rosa, inaugurazione della mostra
MA_TREE_X di Novella Predonzan, Andrea Facca, Giuliano Cesco e Carlo Andreasi.
La mostra sarà visitabile il sabato e il martedì dalle 18.00 alle 20.00 fino al 20 agosto

Dalle 21.00, presso lo Spazio Villas e dintorni, PoeTango 2.0
Un percorso sinestetico intorno al Tango in collaborazione con: Circolo di Tango di Trieste | Ester Mauro Tango Studio | GB Tango School | Associazione Culturale Barrio Sur – Tango furioso | La tana di San Zanut | Nuevos Aires Tango | Accademia danza Trieste – Tango argentino Giorgio Gaburro | Scuola di Tango argentino di Trieste | Roberto e Rita | Club Incontri

Gabriela Alarcón (voce), Marko Cepak (chitarra), Riccardo Morpurgo (pianoforte) e Andrea Zullian (contrabbasso) in Juegos Cruzados, con la partecipazione dell’attore Alessandro Mizzi

A seguire, intorno alle 22.00, Milonga nel Parco
una flor de Milonga con musicalizadores a libero accesso

PoeTango 2.0

PoeTango 2.0

ohpopa2011invito
Programma della sessione terza di ‘Oh Poetico Parco… 2011’, prevista per venerdì 8 luglio, presso lo Spazio Villas e dintorni (via de Pastrovich, 5 | d6/d7)

Alle 19.15, Sogni e microrganismi: peripezie linguistiche ed eccessi sonori per emanciparsi dai pregiudizi e raggiungere la felicità e il bene generale
Evento liberamente tratto dalla trasmissione radiofonica Escuchame (Radio Fragola). Con Lara Baracetti, Diego Porporati, Giovanni Paronuzzi e Guillermo Giampietro. L’evento sarà trasmesso in diretta sulle frequenze di Radio Fragola (fm 104.5/104.8 | streaming).

Alle 20, I Quaderni dei Poeti Illustrati
Presentazione del racconto Come pesci d’acqua dolce di Angelo Ferracuti e fotografie di Luca Bellocchi (SVSB Editore / collana I Quaderni dei Poeti Illustrati). Interverranno Pietro Spirito, Luca Bellocchi, Simone Volpato con commento sonoro di Pierpaolo Roberti (piano)

Dalle 21, La lettera
A cura del Circolo Arcobaleno Arcigay Arcilesbica di Trieste.
Caro Penna, ogni giorno pensavo di scriverti (Trieste 1937 / 2011), testo di Roberto Benedetti. Voci di Roberto Benedetti e Pietro Perin
Ti scrivo. III° concorso di scrittura del Circolo Arcobaleno. Lettura delle lettere finaliste e proclamazione del testo vincente con votazione diretta del pubblico. Coordina Angela Siciliano

ohpopa2011invito
Programma della sessione seconda di ‘Oh Poetico Parco… 2011’, che si svilupperà eccezionalmente in un doppio appuntamento previsto per venerdì 17 e sabato 18 giugno, presso il Padiglione M e dintorni (via de Pastrovich, 1 | d5/d6)

venerdì 17 giugno
Alle 19.30, L’impoetico mafioso
Antologia di poesia per la legalità e per la responsabilità sociale. Presentazione e letture di Gianmario Lucini con commento sonoro di Sarmabox

Alle 20.30, Sarmabox ~ electroacoustic nomadism
Concerto del trio Max Jurcev (accordeon), Lorenzo Niego (didjeridu, percussions), Andrea Medeot (double bass, oud, computer)

L’appuntamento sarà preceduto, alle 18.30, dall’incontro Libero sole su libera terra. Fonti rinnovabili per combattere la mafia e non solo con l’intervento di Giorgio Schultze della E.S.Co del Sole, Carmelo Greco della Coop Sociale Libero Sole e Davide Pati dell’ufficio beni confiscati di Libera Terra. In collaborazione con ARCI, Libera e Movimento Umanista

sabato 18 giugno
Dalle 19, A come Ape, M come Maeterlinck
Letture sceniche di Lilia De Mattia da “La vita delle api” di Maurice Maeterlinck con interventi grafici di Luca Gabrielli e con ambienti sonori di Trionide (sperimentale | elettronica). Degustazione mieli di Andrea Carninci (apertaMente)

Ti scrivo | III° concorso letterario

Ti scrivo | III° concorso letterario

All’interno della rassegna Oh Poetico Parco di Trieste, il Circolo Arcobaleno Arcigay Arcilesbica di Trieste organizza un concorso di scrittura intitolato TI SCRIVO.
Il concorso è curato da Angela Siciliano ed è riservato alle donne, tutte, lesbiche, etero, bi-etransessuali.
Si è scelto questa volta di stabilire non tanto il tema quanto la forma d’espressione: la lettera. Una lettera in cui, in versi o in prosa, la scrivente si rivolge all’interlocutrice/interlocutore per parlare d’amore o di odio, per dire addio o per sedurre, per esprimere pensieri, sviluppare critiche, osservazioni politiche e filosofiche e quanto altro ritenga impellente dire.
Le giurie saranno due, una stabilita dal Consiglio Direttivo del Circolo Arcobaleno, che farà una prima selezione, e l’altra che consisterà nel pubblico stesso, che parteciperà alla serata dell’8 luglio, presso il Parco San Giovanni di Trieste, data in cui si premierà la poesia o il brano ritenuto migliore dalle giurie.
Le poesie o i brani possono essere inviati via mail o per lettera indicando nome, cognome, indirizzo postale, indirizzo mail per le comunicazioni relative al concorso, numero di telefono e la seguente dichiarazione: “Dichiaro che le opere da me presentate a questo concorso sono di mia creazione personale, inedite, non premiate o segnalate a precedenti concorsi. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi della disciplina generale di tutela della privacy (L. n. 675/1996; D. Lgs. n. 196/2003).”
Il risultato del concorso sarà pubblicato sul sito del Circolo Arcobaleno di Trieste, sul blog della curatrice http://letture-e-riletture.blogspot.com e sul sito di Oh Poetico Parco.
Le poesie e/o le prose finaliste verranno pubblicate sul blog della curatrice e stampate in un fascicolo che verrà prodotto in un secondo momento dal Circolo Arcobaleno di Trieste e distribuito alle autrici. Le opere vanno spedite a trieste@arcigay.it o al Circolo Arcobaleno, via Pondares n. 8 – 34131 Trieste, a partire dal 25 maggio fino al 25 giugno 2011.

scarica il regolamento… (formato .pdf | 700 Kb)

ohpopa2011invito
Programma della sessione inaugurale della quarta edizione della rassegna intitolata ‘Oh Poetico Parco…’, prevista per venerdì 13 maggio, presso lo Spazio Rosa e dintorni (via Bottacin, 4 | c7)

Alle 19, inaugurazione della mostra fotografica
1+1=3 / {ҏᴙ0˅ʘʗȺʈΪ0И} Artistique di Marcus Gabriel.
La mostra sarà aperta alla visita il sabato e il martedì dalle 18.00 alle 20.00 fino al 29 maggio. Domenica 29 maggio, dalle 19.00: evento conclusivo.
Info: http://www.doctorphoto.netinfo@doctorphoto.net

Io osservo, valuto e poi creo una realtà visiva immaginaria.
Sovrappongo situazioni diverse come per esempio la femmina con il maschio, l’acqua con il ragazzo e la roccia con il fiore.
Con la semplice tecnica della doppia esposizione unisco non solo un’ immagine sopra l’altra ma dei concetti che per sintesi vanno a generare una 3 istanza del tutto inattesa.
Con l’aiuto del materiale Polaroid (a volte scaduto) tutto ciò e stato molto intrigante perché mi permetteva di vedere subito le mie creazioni che restano uniche e sempre concepite in una dimensione di azzardo.

Alle 20.00, Poggio la mia bocca…
Letture di: Lussia di Uanis, Lisa Deiuri, Piero Simon Ostan, Simone Molinaroli, Roby Ferrari, Roberto Cescon e Martino Baldi con il commento sonoro di Zecca (chitarra).

Lisa Deiuri, triestina, ha scritto “Il secondo millennio” ed è nell’antologia bilingue “Di sale, sole e di altre parole – Iz soli in sonca in drugih besed”.
Lussia di Uanis ha fatto parte del gruppo di poeti Trastolôns e dei gruppi musicali K’Ramar e Elettrike Skeletriche Poetiche, scrive in friulano.
Martino Baldi è pistoiese e fine saggista, Premio Palazzeschi 2003 con una tesi su Goffredo Parise, ha pubblicato in prosa “Morte improvvisa di un portiere di notte” e scelto il mezzo poetico per dire la contemporaneità nei “Capitoli della commedia”.
Piero Simon Ostan, di Portogruaro, è dell’Associazione Culturale Porto dei Benandanti con cui organizza il Piccolo festival di poesia: Notturni Di_Versi e Orchestrazione e partecipa ai reading; ha pubblicato “Il salto del salvavita” e “Pieghevole per pendolare precario”.
Roberto Cescon è di Pordenone dove cura la Festa di Poesia, i suoi libri sono: “Vicinolontano”, “La gravità della soglia” e il saggio “Il polittico della memoria. Aspetti macrotestuali sulla poesia di Franco Buffoni”.
Roby Ferrari è animatore culturale e operatore sociale a Gorizia: si occupa di salute mentale da sempre, fa parte dei Poeti Benandanti e i suoi testi sono nelle antologie poetiche “Notturni di_versi”.
Simone Molinaroli è presidente dell’Associazione Ass Cult Press di Pistoia con esperienza di molte esibizioni dal vivo, poetiche (Enduring Poetry) e musicali; la sua ultima pubblicazione è la raccolta “Cani al Guinzaglio nel Ventre della Balena”.
Zecca, alias Matteo Zecchini, è chitarrista rock-blues con una formazione musicale coltivata a Londra, suona da sempre con le migliori band triestine e in tournée europee.

A seguire, intorno alle 21.30, Franco/Garano Duo
Concerto di Alessandra Franco, voce, e Anna Garano, chitarra (improvvisazioni etno/flamenco)

L’etnica e il jazz contemporaneo di Alessandra Franco incontrano la classica e il flamenco di Anna Garano. Al termine di una sessione di registrazioni che porterà alla pubblicazione di un disco, le due musiciste colte affrontano per la prima volta dal vivo il nuovo repertorio di improvvisazioni a doppia ispirazione: le melodie si fanno grammelot e le tradizioni popolari armene, sefardite e portoghesi sono rivisitate all’andalusa.

Protagonisti