You are currently browsing the monthly archive for novembre 2008.

Dopo un lungo silenzio (un silenzio necessario per certi aspetti), finalmente possiamo annunciare che è in elaborazione la seconda edizione di Oh Poetico Parco.

Per l’esattezza, il gruppo di lavoro (che nel frattempo si è allargato) è attualmente alle prese con la delicata fase progettuale. Dopo aver concordato sul fatto che la seconda edizione debba essere una ‘continuazione in evoluzione’ della precedente edizione (‘crescere’ mantenendo lo spirito del progetto), si tratta principalmente di chiarire le prospettive, di definire un percorso e di costruirci attorno un programma per il 2009. Ma queste operazioni, alla fine, sono più insidiose di quello che si possa pensare. Un gruppo di persone è fondamentalmente un mosaico di sensazioni. C’è una ricchezza di ‘cosmovisioni’ con cui bisogna misurarsi (e il paradosso è implicito…). Ognuno, in fondo, cerca di contribuire all’impresa tentando di far confluire nel calderone del ‘progetto comune’ i propri ‘desideri individuali’. Normali dinamiche di gruppo? Semplici limiti umani? Necessari passaggi evolutivi? Tutto e niente… Quel che conta è che il gruppo abbia il coraggio di interrogarsi sulla sua identità, con tutte le contraddizioni che ne derivano (che, peraltro, sono un patrimonio).

Una doverosa precisazione: la documentazione relativa alla prima edizione della rassegna è ancora in fase di realizzazione. Non ci siamo dimenticati delle promesse fatte.

Protagonisti